SPACCIAMO CULTURE

SPACCIAMO CULTURE è un progetto di Chille de la balanza di rigenerazione del patrimonio materiale e immateriale dell’area dell’ex ospedale psichiatrico di San Salvi, a partire dalla memoria del luogo. 

Il progetto è tra i vincitori del Bando “PARTECIPAZIONE CULTURALE” della Fondazione Cassa di risparmio di Firenze. 

L’originalità di SPACCIAMO CULTURE sta nell’offrire opportunità a giovani Artisti, opportunamente indirizzati e guidati, di creare cultura. 

L’obiettivo generale e di più ampio raggio è il consolidamento di un Laboratorio Permanente San Salvi a partire da quello dei Chille, con la formazione e partecipazione attiva di almeno 10 Giovani Artisti under 35 impegnati a dar vita ad un evento e ad un allestimento diffuso site-specific, realizzabile con metodi di autocostruzione connessi al riuso e all’economia circolare, che prevedono la partecipazione della comunità.

A ciascun Artista sarà dato un plafond di 700€ con cui realizzare le opere site-specific.

Dal 1° al 30 novembre, sarà aperta una call per raccogliere progetti di Artisti, tramite un Bando, tra i quali una Giuria di esperti effettuerà la selezione. 

I giovani Artisti vivranno un Laboratorio interdisciplinare, aperto anche a comuni cittadini, durante il quale si svolgeranno pratiche partecipative per realizzare un segno mobile, costruito per aggregazioni, che individui alcune “tappe della memoria” all’interno dell’area di San Salvi.

A fine percorso, marzo 2020, sarà prodotta una Festa multidisciplinare collettiva, ad ingresso libero…previo consegna di una bustina di Spacciamo Culture ad un check-point all’ingresso di San Salvi. Nel periodo di preparazione dell’evento, infatti, saranno distribuite n. 1.000 bustine di Spacciamo Culture ai candidati selezionati nella call ed altre 1.000 bustine a studenti e cittadini impegnati a diverso titolo al progetto. 

Nella Festa, infine, tutti i partecipanti –Artisti e Spettatori – riceveranno altre 2.000 bustine di Spacciamo Culture (di colore diverso) da utilizzare nei successivi eventi sansalvini, a partire dal Festival STORIE INTERDETTE che si svolge a maggio nei giorni anniversario della legge Basaglia (13-15 maggio). 

Al progetto, firmato dai Chille de la balanza, collaborano e partecipano il DiDA Dipartimento di Architettura – Università degli Studi di Firenze, l’Accademia di Belle Arti di Firenze, l’Associazione Architectura.Place, Simbdea, Scuola Laba, Fondazione Franca e Franco Basaglia, La Società della Ragione e singoli Artisti, di cui alcuni con specifica esperienza di creazioni site-specific.