FRANCESCO ROMITI mostra

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Venerdì 1 settembre
ore 17:00 Ingresso libero
_Vernissage mostra_
FRANCESCO ROMITI
Strano, diverso dal solito, inconsueto

Opere di Francesco Romiti e degli amici de La Tinaia
Umberto Ammanati, Guido Boni e Angela Fidilio

in collaborazione con La Tinaia, Paolo Lauri, e la classe IV A del liceo Gramsci (Alternanza Scuola-Lavoro)

Info #055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it
La mostra è aperta fino al 9 settembre 2017.

L’esposizione resterà aperta fino al 9 settembre

Orari:
sab2 14:30 – 21:30 | dom3 18:30 – 21:30
lun4, mar5, mer6 e giov7 15:00 – 21:30
ven8 e sab9 18:30 – 21:30

Romiti era veramente un uomo “unico”. Lo si poteva vedere in giro per San Salvi, ma anche fuori; alto, fisicamente possente e con una faccia di burbero buono, con in mano uno o più sacchetti di supermercato con dentro tutto il suo mondo: cose da mangiare e da bere, fogli di carta da riciclare, pezzi di vecchi manifesti, penne, matite, colori e pennelli. Sì, Francesco disegnava ovunque, E con tutte le tecniche, apprese da autodidatta ma messe a punto con ostinazione e quotidiano lavoro. Romiti osservava la città e i suoi abitanti e cercava di carpire l’anima di chi incontrava andando in giro, o seduto in una sala d’attesa, o su una panchina, se faceva bello o pioveva poco importava. A parole, era scettico sull’umanità e sul suo destino, ma in profondità credeva nel mondo o almeno in alcune persone cui affidava tutte le sue creazioni e senza nulla chiedere in compenso. Regalava la sua Arte – migliaia di disegni, dipinti, scritti, appunti…- a chi, a suo giudizio, lo meritava. Romiti adorava gli Artisti della Tinaia, che frequentava con ammirazione incondizionata: forse acquistò loro opere (Ammannati, Boni…), sicuramente insieme ad alcuni di loro realizzò a quattro mani singolari creazioni pittoriche.

Video del Corriere Fiorentino relativo all’appello per Romiti e le sue opere