PROSSIMI APPUNTAMENTI

Ago
24
gio
NON SI RACCONTANO BARZELLETTE SUI MATTI
Ago 24@21:30–23:30

Da martedì 22 a venerdì 25 agosto
ore 21:30 Ingresso 10,00€
_Teatro_
NON SI RACONTANO
BARZELLETTE SUI MATTI

Info e prenotazioni#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

 

Una narrazione teatrale liberamente ispirata ad una delle figure storiche tra gli artisti de La Tinaia, quella Giusi Pastore alla quale Sissi Abbondanza, storica attrice ad artista dei Chille,  è stata legata da una sincera e profonda amicizia. Quella Giusi che, con mille smorfie, ammoniva tutti … a non raccontare barzellette sui matti!

In un susseguirsi di emozioni, Sissi ricorda i tanti incontri, le lezioni di vita, mostra opere e creazioni pittografiche, gioca a sorprendere ed impaurire come faceva Giusi, racconta storie… via via spegnendo la voce per verificare la reazione dell’altro; contrappunta una storia di vita esemplare con versi di Amelia Rosselli e di Patrizia Cavalli: “Com’era dolce ieri immaginarmi albero!” Ritrova infine il sorriso con una delle tante barzellette sui matti che Giusi amava tanto raccontare, chiedendo però di non diffonderle… “perché quelli si offendono!”

 

Ago
25
ven
NON SI RACCONTANO BARZELLETTE SUI MATTI
Ago 25@21:30–23:30

Da martedì 22 a venerdì 25 agosto
ore 21:30 Ingresso 10,00€
_Teatro_
NON SI RACONTANO
BARZELLETTE SUI MATTI

Info e prenotazioni#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

 

Una narrazione teatrale liberamente ispirata ad una delle figure storiche tra gli artisti de La Tinaia, quella Giusi Pastore alla quale Sissi Abbondanza, storica attrice ad artista dei Chille,  è stata legata da una sincera e profonda amicizia. Quella Giusi che, con mille smorfie, ammoniva tutti … a non raccontare barzellette sui matti!

In un susseguirsi di emozioni, Sissi ricorda i tanti incontri, le lezioni di vita, mostra opere e creazioni pittografiche, gioca a sorprendere ed impaurire come faceva Giusi, racconta storie… via via spegnendo la voce per verificare la reazione dell’altro; contrappunta una storia di vita esemplare con versi di Amelia Rosselli e di Patrizia Cavalli: “Com’era dolce ieri immaginarmi albero!” Ritrova infine il sorriso con una delle tante barzellette sui matti che Giusi amava tanto raccontare, chiedendo però di non diffonderle… “perché quelli si offendono!”

 

Ago
30
mer
UN MISTERO DI SOGNI AVVERATI
Ago 30@21:30–23:00

Mercoledì 30 agosto
ore 21:30 Ingresso 10,00€
_Musica e parole_
UN MISTERO DI SOGNI AVVERATI
Massimiliano Larocca canta
Dino Campana

con Massimiliano Larocca, Riccardo Tesi, Antonio Gramentieri,
Gianfilippo Boni, Diego Sapignoli, Enrico Pantani, Claudio Ascoli

Info e prenotazioni#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

“La poesia musicale europea colorita”: questa era la definizione con la quale Dino Campana descriveva i propri versi, la propria opera e la propria estetica. Un manifesto che ha guidato e convinto Massimiliano Larocca, musicista rock fiorentino con una carriera quasi ventennale, ad approcciare i “Canti Orfici” di Campana in un modo totalmente inedito, fuori dagli accademismi musicali e letterari. In questo lavoro Larocca vuole mostrare sia la profonda rotondità popolare che la forte spigolosità rock dei versi campaniani. Canzoni in tutto e per tutto: che mantengono fedelmente e integralmente i versi di Campana, senza intaccare neanche una parola, ma che li rinnovano in una musicalità intensa e inedita che unisce folk, rock, contemporanea e persino tango argentino. Un linguaggio musicale che ripercorre l’itinerario che il poeta percorse nel corso della sua intensa vita di viaggiatore vagabondo. Per produrre, arrangiare, supervisionare il progetto Larocca ha chiesto la collaborazione di uno dei grandi maestri della tradizione popolare italiana contemporanea, quel Riccardo Tesi che ha portato la toscanità in tutto il mondo, senza perdere la sua credibilità di musicista internazionale. Una presenza che arricchisce ulteriormente di significati importanti questo progetto, rafforzandone l’impronta.


Set
1
ven
FRANCESCO ROMITI mostra
Set 1@17:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Venerdì 1 settembre
ore 17:00 Ingresso libero
_Vernissage mostra_
FRANCESCO ROMITI
Strano, diverso dal solito, inconsueto

Opere di Francesco Romiti e degli amici de La Tinaia
Umberto Ammanati, Guido Boni e Angela Fidilio

in collaborazione con La Tinaia, Paolo Lauri, e la classe IV A del liceo Gramsci (Alternanza Scuola-Lavoro)

Info #055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it
La mostra è aperta fino al 9 settembre 2017.

Romiti era veramente un uomo “unico”. Lo si poteva vedere in giro per San Salvi, ma anche fuori; alto, fisicamente possente e con una faccia di burbero buono, con in mano uno o più sacchetti di supermercato con dentro tutto il suo mondo: cose da mangiare e da bere, fogli di carta da riciclare, pezzi di vecchi manifesti, penne, matite, colori e pennelli. Sì, Francesco disegnava ovunque, E con tutte le tecniche, apprese da autodidatta ma messe a punto con ostinazione e quotidiano lavoro. Romiti osservava la città e i suoi abitanti e cercava di carpire l’anima di chi incontrava andando in giro, o seduto in una sala d’attesa, o su una panchina, se faceva bello o pioveva poco importava. A parole, era scettico sull’umanità e sul suo destino, ma in profondità credeva nel mondo o almeno in alcune persone cui affidava tutte le sue creazioni e senza nulla chiedere in compenso. Regalava la sua Arte – migliaia di disegni, dipinti, scritti, appunti…- a chi, a suo giudizio, lo meritava. Romiti adorava gli Artisti della Tinaia, che frequentava con ammirazione incondizionata: forse acquistò loro opere (Ammannati, Boni…), sicuramente insieme ad alcuni di loro realizzò a quattro mani singolari creazioni pittoriche.

 

PITECUS
Set 1@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Venerdì 1 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Rezza Mastrella
PITECUS
di Antonio Rezza e Flavia Mastrella
con Antonio Rezza

Posti limitati. Prenotazione obbligatoria
con pagamento anticipato.

Possibilità di pagamento con Paypal (+ 0,50€ a persona per spese di transazione) o contanti

Info e prenotazioni#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

 

Dal 1° all’ 8 settembre torna a San Salvi il festival Storie differenti | Different Stories, giunto alla 4^ edizione, che come ogni anno porta all’interno degli spazi dei Chille, artisti provenienti da tutta Italia, che offrono con entusiasmo la loro esperienza artistica e di vita.

Quest’anno ad inaugurare il Festival, ospiti davvero eccezionali: Antonio Rezza e Flavia Mastrella con lo spettacolo Pitecus.

Un po’ teatro dell’assurdo, un po’ commedia dell’arte, un po’ installazione. È impossibile classificare Pitecus, il divertente spettacolo scritto a quattro mani da Antonio Rezza e Flavia Mastrella ed interpretato dallo stesso Rezza, come un genere artistico standardizzato o già predefinito. Con il suo perenne oscillare tra una comicità esilarante e la dissacrante deformazione di un’umanità abietta, cattiva e volgare che sembra non avere scampo – e di certo nemmeno la vuole – Pitecus riesce a trasformare qualcosa di negativo in una performance a tratti perfino incomprensibile, dove c’è posto più per le risate che per una riflessione sulla malvagità dell’uomo. (Elisabetta Papa da L’Arena)

Pitecus racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Non esistono rappresentazioni positive, ognuno si accontenta, tutti si sentono vittime, lavorano per nascondersi, comprano sentimenti e dignità, non amano, creano piattume e disservizio.

I personaggi sono brutti somaticamente ed interiormente, sprigionano qualunquismo a pieni pori, sprofondano nell’anonimato ma, grazie al loro narcisismo, sono convinti di essere originali, contemporanei e, nei casi più sfacciati, avanguardisti. Parlano un dialetto misto, sono molto colorati, si muovono nervosi e, attraverso la recitazione, assumono forme mitiche e caricaturali, quasi fumettistiche.

È uno spettacolo che analizza il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni: laureati, sfaticati, giovani e disperati alla ricerca di un occasione che ne accresca le tasche e la fama, pluridecorati alla moralità che speculano sulle disgrazie altrui, vecchi in cerca di un’identità che li aiuti ad ammazzare il tempo prima che il tempo ammazzi loro, persone che tirano avanti una vita ormai abitudinaria, individui che vendono il proprio corpo in cambio di un benessere puramente materiale, esseri che viaggiano per arricchire competenze culturali esteriori e superficiali.

I quadri di scena sono un’operazione di arte applicata alla drammaturgia, un linguaggio figurativo che, come sempre in Rezza-Mastrella, mischia colori forme, movimento e parole.

L’uso dei materiali si rifà all’arte povera, anche se un occhio è sempre attento alla moda ed al costume che influenzano mentalità e portamento dei personaggi.

L’ingresso è di soli 10 euro. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria con pagamento anticipato. Possibilità di pagamento con Paypal (+ 0,50€ a persona per spese di transazione) o contanti presso la nostra sede. La prenotazione è confermata solo dopo il pagamento.
Per questo spettacolo NON è possibile usufruire della promozione SPACCIAMO CULTURE

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €,  previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

 

Set
2
sab
CUORI DANNATI
Set 2@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Sabato 2 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Teatro Potlach
CUORI DANNATI

Posti limitati. Prenotazione consigliata.
Durata: 60 minuti

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

Elaborazione dramatizzata delle songs della tradizione tedesca su cui abbiamo già lavorato e  che sentiamo la necessità di attualizzare, per provocare un corto circuito con il nostro contesto storico. Storie di donne che ricordano i loro sedici anni, quando ancora bambine erano pronte ad innamorarsi del primo malfattore, donne senza un’ adolescenza, cresciute troppo in fretta sotto le bombe della seconda Guerra mondiale. Una prostituta ricorda con tenerezza e nostalgia l’amore per il suo protettore, una sguattera in una bettola di una piccola città di porto, sogna con rabbia il suo riscatto, ed il suo sfrenato desiderio di vendetta non si placa fino a che non sarà fatta giustizia.

Set
3
dom
LA NAVE DEI FOLLI
Set 3@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Domenica 3 settembre
>> ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Associazione Aria
LA NAVE DEI FOLLI

Posti limitati. Prenotazione consigliata.

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €,  previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

regia : CARLO ORLANDO
con: DENIS FONTANARI E CHIARA BENEDETTI
aiuto regista ALBERTO BASALUZZO
drammaturgia di CHIARA BENEDETTI, ALBERTO BASALUZZO, DENIS FONTANARI e CARLO ORLANDO
musiche dei RADIOHEAD, LED ZEPPELIN, BRUCE SPREESTING, MODUGNO
eseguite dal vivo da CHIARA BENEDETTI
scene e costumi: FEDERICA RIGON
durata: 75 minuti

“un ragazzo che aveva la chitarra
se la vide strappare dalle mani
fatta a pezzi e buttata
nei giardini del manicomio”

Alda Merini

Nel 1882 viene inaugurato il Manicomio di Pergine, una struttura emblematica che arriva ad ospitare 1800 pazienti e 1000 dipendenti. Un micro-universo grande quanto il centro storico che lo ospita, una porta verso un mondo parallelo, in cui il senso della gravità muta, il tempo si dilata, le leggi s’invertono. Il viaggio inizia a Pergine Valsugana, a pochi chilometri da Trento, nei corridoi dell’Ospedale Psichiatrico che per un secolo ha imposto la sua voluminosa e segreta presenza sulla città, con un coro di voci di chi la storia l’ha vissuta in diretta, di chi conosce quelle stanze e quegli odori. Una serie di eventi che solcano la storia e che si sbriciolano lasciando le proprie tracce nel presente, sparpagliandole sul territorio. Il nostro è un lavoro d’indagine, un racconto di domande aperte su un passato non ancora elaborato, sui mutamenti del presente della psichiatria e sul significato della follia.

Set
4
lun
TEATRO E IMPEGNO CIVILE incontro
Set 4@17:00–19:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Lunedì 4 settembre
>> ore 17.00 Ingresso libero
_Incontro_
TEATRO E IMPEGNO CIVILE.
UN CONFRONTO TRA GENERAZIONI

coordina Oliviero Ponte di Pino
Informazioni #055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

IL CIBO NELLA VALIGIA
Set 4@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Lunedì 4 settembre ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Teatro di Anghiari Effetto K | Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano
MemoriaControErosione.
IL CIBO NELLA VALIGIA
di EffettoK e Andrea Merendelli
Durata: 50 minuti

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.

Posti limitati. Prenotazione consigliata.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

La strada sensoriale ed esperienziale sulla memoria che accoglie ad Anghiari e Pieve Santo Stefano viaggiatori da tutto il mondo, si interroga e vi interroga, in questo spazio crossmediale e multisensoriale, sul cibo come linguaggio comune, come filo semantico fra le popolazioni mediterranee e fra le identità dei protagonisti del viaggio, dai turisti ai migranti, di ieri e di oggi.
Le parole diventano commestibili e raccontano una storia. Quale storia? Quella degli emigranti e il loro legame indissolubile con il cibo lasciato in patria. E…

Un percorso attraverso le memorie.
Il filo rosso che lega emotivamente l’umanità in viaggio di tutti i tempi: la fame, il cibo.

 

Set
5
mar
Mombello: un’inchiesta teatrale, uno spettacolo, un viaggio @ CHILLE DE LA BALANZA
Set 5@17:00–18:00

Mar5

ore 17:00 | Ingresso libero | Incontro con l’autore

MOMBELLO. UN’INCHIESTA TEATRALE, UNO SPETTACOLO, UN VIAGGIO di Paola Manfredi. Matteo Brighenti conversa con l’autrice

Da quando in Italia i manicomi sono stati chiusi, sono stati lasciati cadere a pezzi o oggetto di speculazione edilizia. Questo libro parla dell’ex ospedale psichiatrico di Limbiate, del progetto Voci da dentro, nato per raccontarne la storia, dello  spettacolo teatrale Mombello e del viaggio Case Matte, alla ricerca di realtà omologhe sul territorio nazionale. È un diario, un manuale d’istruzioni, una guida al viaggio. L’idea di mantenere viva la memoria di quanto accaduto nei manicomi nasce dall’urgenza di non dimenticare che in essi sono state rinchiuse centinaia di migliaia di persone, talvolta per una vita intera. Paola Manfredi di Teatro Periferico, partendo da ricordi individuali, ricostruisce una memoria collettiva.

E VENNE LA NOTTE
Set 5@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Martedì 5 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Il Melarancio
E VENNE LA NOTTE di masche, di folletti e creature del mistero

Testo raccolto dalla tradizione orale
adattamento e regia di Marco Alotto
con Gimmi Basilotta
scenografie di Maurizio Agostinetto
Figure ed oggetti a cura della Compagnia
durata: 50 min

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

E venne la notte è un vero e proprio trigomigo un insieme storie che s’intersecano tra loro, termine occitano che significa intreccio, groviglio, cosa difficile da dipanare…

Un tempo queste storie venivano raccontate da cantastorie che giravano per i paesi e oltre a raccontare questi uomini compravano oggetti, vendevano unguenti, guarivano da piccoli e grandi mali. Oppure erano leggende che si ascoltavano al calore della stalla, riscaldati da mucche compiacenti, nelle sere d’inverno, alla luce di un’unica lampada.

Tratte dal racconto orale dei nonni, dei vecchi di paese e di borgata, le storie dello spettacolo sono il frutto di un lavoro di ricerca e di raccolta di memoria popolare durato più di dieci anni sul territorio delle valli alpine del cuneese.

Attraverso l’utilizzo di oggetti e di figure di memoria contadina prendono vita personaggi misteriosi Candy, il fantasma di neve; Cavalàs, indomabile e furioso cavallo selvaggio; Louv Ravàs, l’uomo-lupo; Barbabiciu cutela, l’orco divoratore di bambini; i canett, le anime dei morti trasformate in cani; il Servan, folletto invisibile e dispettoso; la terribile Sabroto la Longo, la masca, la strega, per eccellenza e non può mancare il Diavolo, disposto persino a segare in due una montagna, pur di conquistarsi un’anima da dannare.

Set
6
mer
ANNUNZIATA DETTA NANCY
Set 6@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Mercoledì 6 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia NATA
ANNUNZIATA DETTA NANCY
di e con Riccardo Goretti
Durata: 60 minuti

Posti limitati. Prenotazione consigliata.

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it

“Mi chiamo Celli Annunziata, sono nata a Papiano… mi pare, il 26 di Marzo 1923, e sono la nonna della persona che vi sta davanti in questo momento”. 

Da un evidente paradosso nasce un racconto spontaneo. Che ha come scopo proprio quello di annullare il paradosso iniziale.
Come si può accettare che la persona che vi parla sia anche la sua stessa nonna, e poi suo padre e poi sua madre? Forse la risposta si può trovare seguendo il filo dei ricordi, dondolando in bilico sugli anni passati che sembrano sempre presenti, provando a capire che tutti noi non siamo, né siamo mai stati, né saremo mai, solo il nostro corpo. 

E non perché abbiamo un’anima. 

Set
7
gio
WOMAN BEFORE A GLASS
Set 7@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Giovedì 7 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Laboratori Permanenti
WOMAN BEFORE A GLASS

Posti limitati. Prenotazione consigliata.

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

Woman before a glass” (Donna allo specchio). Trittico scenico in quattro quadri di LANIE ROBERTSON. Traduzione italiana di Gloria Bianchi.

Interprete: Caterina Casini
Scenografia: Stefano Macaione
Costumi: Stemal Entertainment Srl
Regia: Giles Stjohn Devere Smith
Produzione: Laboratori Permanenti
Durata: 75 minuti

Peggy Guggenheim fu una donna capace di intuire il mondo che la circondava, coraggiosa, che credeva negli artisti su cui puntava anche se il resto del mondo ancora non sapeva riconoscere quelli che poi furono Pollock, Kandinsky, Mirò, Bacon, Ernst e tanti altri. Il progetto ci permette d’indagare come Peggy abbia difeso l’Arte; come, con apparente semplicità, abbia compiuto gesti eroici per salvarla. C’è una componente essenziale che Peggy trasmette al pubblico: la tensione che vive e si specchia nella certezza e nei ricordi; gli amanti, i colori, i pittori, i vestiti, il fumo, gli amici, le macchie, l’acqua, il dramma. Ogni momento viene rievocato dalla sua memoria rivivendo nei due blocchi scenografici. La tecnica del video-mapping permette di isolare parti di una superficie creando quindi una “mappatura” bagnata dalla video-proiezione.

Set
8
ven
NAZIM HIKMET. IL MIO VIAGGIO A L’AVANA
Set 8@21:00–23:00

FESTIVAL STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES

Venerdì 8 settembre
ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Teatro_
Compagnia Chille de la balanza
NAZIM HIKMET: IL MIO VIAGGIO A L’AVANA
con Claudio Ascoli, Fuad e Gaia Scuderi
Posti limitati. Prenotazione consigliata.
Durata: 60 minuti

Per il Festival è disponibile un ABBONAMENTO a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, previa disponibilità e prenotando l’evento scelto.
Per info e prenotazioni: 055.6236195, whatsapp 335.6270739, mail info@chille.it.

 

Partendo dal poema Uno strano viaggio di Nazim Hikmet, scritto a L’Avana nel 1962, Claudio Ascoli, Fuad e Gaia Scuderi compongono un affresco emozionante di teatro, pittura e danza.

Il pittore curdo Fad dipingerà in tempo reale un suo personale omaggio al poeta, mentre Claudio Ascoli, reciterà integralmente il poema che narra con parole-immagini l’avventurosa, straordinaria vita di Hikmet sino al momento dell’arrivo a Cuba subito dopo l’avvento al potere di Fidel Castro. Gaia Scuderi darà corpo alle immagini poetiche e pittoriche della serata. La donna da “i capelli di fieno biondo” sarà Isabella Quaia.

“da che l’Avana è l’Avana nessuno è passato per le vie
 con passo cosí franco,
e anch’io, che ogni giorno all’Avana mi sento più giovane:
l’amarezza del mondo la sento ogni giorno di meno
nella mia bocca
le rughe sulle mie mani si cancellano un poco ogni giorno
ogni giorno credo di più
che la donna lontana pensi a me soltanto
ha i capelli di fieno biondo, le ciglia azzurre, e ogni giorno per le vie dell’Avana canto
più gioiosamente
somos socialistas adelante adelante”

(Uno strano viaggio, Nazim Hikmet)

 

 

Set
20
mer
…E TU SLEGALO SUBITO
Set 20@18:00–19:30

Mercoledì 20 settembre
in collaborazione con Tempo Reale
PIERPAOLO CAPOVILLA+TEMPO REALE ELECTROACOUSTIC ENSEMBLE ELETTROSHOCK

>> ore 18.00 Ingresso libero
_Tavola rotonda sulle pratiche di contenzione_
…E TU SLEGALO SUBITO
intervengono Pierpaolo Capovilla musicista, attore
Piero Cipriano psichiatra
Peppe Dell’Acqua psichiatra
Paolo Tranchina psicologo e curatore di Fogli d’Informazione
modera Vito D’Anza psichiatra
Informazioni #055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

>> ore 21:00 Ingresso 10,00€
_Reading con musica_
ELETTROSHOCK
con Pierpaolo Capovilla e Tempo Reale Electroacoustic Ensemble
Posti limitati. Prenotazione consigliata.
Info e prenotazioni
#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

ELETTROSHOCK
Set 20@21:00–23:00

Mercoledì 20 settembre_ore 21.00
in collaborazione con Tempo Reale
_Reading con musica_
PIERPAOLO CAPOVILLA+TEMPO REALE ELECTROACOUSTIC ENSEMBLE ELETTROSHOCK

Ingresso 10,00€.
Posti limitati. Prenotazione consigliata.
Info e prenotazioni
#055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

Testi liberamente tratti da Antonin Artaud, Dino Campana, Paolucci;
contributi da fonti di cronaca, ricerche e testimonianze

voce recitante Pierpaolo Capovilla

TEMPO REALE ELECTROACOUSTIC ENSEMBLE
Conduction Francesco Giomi
Viola, violino elettrico e live electronics Michele Foresi
Chitarra elettrica e live electronics Andrea Gozzi
Basso elettrico e sintetizzatore Salvatore Miele
Batteria e percussioni Stefano Rapicavoli
Live electronics Giorgio Spedicato

Dedicato ai folli. La malattia mentale come condizione esistenziale e disturbo, come privazione della libertà, segregazione. Il progetto indaga il tema della detenzione coatta legata ai problemi psichici. La pluralità delle storie e delle voci, testimonianze dirette e tracce di uomini e donne, si fonde con la pluralità sonora del Tempo Reale Electroacoustic Ensemble. La lettura spietata di Pierpaolo Capovilla traccia un percorso interiore che si muove dall’abisso verso una ricerca di libertà, dell’affermazione del sè, volta ad immaginare un nuovo spazio mentale e fisico.
All’ensemble e al suo conductor il compito di tradurre in musica questa tensione attraverso una totale improvvisazione continuamente cangiante e mai stabile.
Una performance che trova come luogo deputato quello che fu un cortile dell’ex ospediale psichiatrico di San Salvi.