irregolART

irregolART
da giovedì 7 a
domenica 17 febbraio 2019

 “irregolART” è un Festival internazionale multidisciplinare di Arti visive, Teatro, Musica, Narrazione legati alla cosiddetta Arte Irregolare, spesso definita semplicisticamente Art-Brut.

La compagnia Chille de la balanza ha residenza da 20 anni all’interno dell’area dell’ex-manicomio di San Salvi. Vi entrò perché così volle l’ultimo direttore, Dr. Carmelo Pellicanò, che intese accompagnare la chiusura del manicomio fiorentino con il contemporaneo ingresso della città di Firenze…nella città negata di San Salvi, favorendo la nascita di un presidio culturale permanente. Da allora circa 600.000 sono state le presenze di spettatori provenienti anche da altre regioni e nazioni (Francia, Germania, Inghilterra, Portogallo, Stati Uniti). Il progetto Chille è riconosciuto e finanziato dal competente Ministero (MiBact), dalla Regione Toscana (residenza culturale), dal comune di Firenze e dall’area metropolitana. Alcuni eventi (La “Passeggiata”) hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti internazionali (“Passeggiata patrimoniale”) e negli anni la compagnia ha raccolto straordinari creazioni di Artisti irregolari (comunemente indicati come Artisti di “Art brut”), attivando collaborazione con l’Atelier du non faire di Parigi e il Museo d’Art Brut di Losanna.

Piccoli progetti sinora realizzati in merito hanno riscosso una larga attenzione dei media, soprattutto se riferiti all’opera di Francesco ROMITI, ormai etichettato come il “Van Gogh dei Tetti rossi”: si veda il bel servizio televisivo di Alberto Severi, cliccando su https://www.youtube.com/watch?v=wMeT1FpHdI8&t=2s.

I Chille hanno recentemente ritrovato migliaia di opere di Romiti, coinvolgendo nel progetto anche critici di rilievo nazionale (tra essi, Tomaso Montanari “Caro Claudio, meraviglioso! Grazie per avermi fatto conoscere queste opere e questa storia”, Bianca Tosatti) che hanno convinto la compagnia a fare un ulteriore passo in avanti con la realizzazione e il lancio di una grande esposizione, accompagnata da una serie di eventi spettacolari tutti nel segno dell’Arte Irregolare: messinscene di diari di internati, di lettere mai spedite, di storie interdette. Sulla follia nel 2018 è stato appena realizzato un Festival in occasione del 40.mo della legge Basaglia con il coinvolgimento tra gli altri – dell’omonima Fondazione.

Il Festival “irregolART” prevede:

  • Esposizione Romiti (dopo un’attenta archiviazione digitale delle opere ritrovate);
  • Realizzazione catalogo esposizione;
  • Rassegna con presentazione giornaliera di piccoli eventi teatrali e concerti musicali tra cui domenica 17 febbraio 2019 la performance ELLA di Herbert Achternbusch con Maurizio Lupinelli e la regia di Eugenio Sideri;
  • Incontri teorici sull’Arte Irregolare (Atelier du non faire Parigi, Museo Art Brut Losanna, Museo attivo Genova…), con la partecipazione di critici ed operatori del settore.

Collaborazione con altri soggetti

Il progetto si realizza, grazie al contributo della Camera di Commercio di Firenze (Bando destagionalizzazione) ed in collaborazione con MiBact, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città metropolitana.

Si avvale della collaborazione tecnica e professionale della ditta Controluce Illuminazione di Monti Daniele e degli Architetti che fanno parte dell’Associazione Achitectura.place.

Agevolazioni relative all’ospitalità nei luoghi e tempi di svolgimento dell’iniziativa:

Sconti ed agevolazioni sulle tariffe di soggiorno e ristorante:

  • Hotel Orcagna;
  • Hotel Grifone;
  • Hotel Jane;
  • B&B Myroom Center San Salvi;
  • B&B Il Tabernacolo;
  • La Taverna dei Matti;
  • Piazza del vino;
  • Campo di Marte srl -Ristorante Il povero pesce.

 

Passeggiata patrimoniale

irregolART prevede un forte coinvolgimento di strutture operanti in zona Campo Marte, quartiere spesso al di fuori dei principali flussi turistici, nonostante la presenza di luoghi particolarmente interessanti ed affascinanti tra cui il Cenacolo Andrea del Sarto e appunto l’area di San Salvi, che fu sede di uno dei più importanti manicomi italiani.

A puro titolo informativo, la Passeggiata, che da anni realizziamo nell’area per raccontare il luogo e le storie in esso racchiuse, ha visto sinora la partecipazione di oltre 60.000 persone, spesso provenienti da altre città, tanto da meritare ed il riconoscimento di Passeggiata patrimoniale da parte di Unesco.  La convenzione di Faro (Portogallo) così la presenta: “La Passeggiata patrimoniale ha come obiettivo principale la promozione della consapevolezza tra i cittadini, residenti e turisti, intesi come soggetti culturali, della loro interazione con il patrimonio culturale in cui si vive, e del beneficio che deriva dal vivere immersi in questo patrimonio, tanto per la sua portata storica, quanto per le attività attuali. Durante la passeggiata sia i partecipanti che gli organizzatori agiscono tanto come residenti quanto come testimoni dell’uso attuale del patrimonio culturale, e delle sue possibili trasformazioni future.”

 

 

PER INFORMAZIONI

055 6236195 | 335 6270739 | info@chille.it